delicious christmas recipes

Ricette per un dolce Natale

C’è qualcuno di voi che ancora non sta pensando al dolce Natale? Impossibile, non ci crediamo! Il foliage di ottobre, il mosto e il profumo delle castagne di novembre, ed ecco che dicembre è dietro l’angolo! Luci, decorazioni e quell’atmosfera di festa che dura tutto un mese. I fermenti per l’attesa, l’entusiasmo per i preparativi e la gioia di avere un po’ di tempo per sé, per la nostra famiglia e per gli amici.

Il natale, con le sue fredde serate in casa, tra cene, tombolate o semplici chiacchiere davanti al caminetto, non sarebbe lo stesso se non fosse accompagnato da una bella fetta di panettone, un pezzo di torrone, e perché no annaffiato da un caldo e speziato vin brulè.

Abbiamo quindi deciso di selezionare per voi, alcune ricette semplici da realizzare, che sazieranno tutti i palati! Ricette tipiche della tradizione natalizia, sia italiana che internazionale, che potrete realizzare in casa con ingredienti semplici e genuini.

Tronchetto di Natale

Chocolate yule log with red bauble decorations, holly, snow covered fir and pine cones over brown handmade lokta paper background.

Il tronchetto di Natale ( o Bûche de Noël), è un dolce tipico della tradizione natalizia francese che riprende nella forma il ceppo natalizio, simbolo di  antiche usanze diffuse in tutta Europa, risalenti al XII secolo. Il rituale del ceppo prevedeva che alla Vigilia di Natale il capofamiglia bruciasse nel camino di casa un grosso tronco di legno che veniva lasciato ardere fino all’Epifania, e le cui ceneri sarebbero state di buon auspicio per il raccolto e la famiglia. In Toscana era usanza intonare canti durante la “cerimonia del ceppo” mentre i bambini bendati – poi ricompensati con dolci e regali – colpivano il ceppo con le tenaglie.

Ingredienti:

Per la pasta biscotto

– 5 uova

– 140 gr di zucchero

– 100 gr di farina 00

– 1 Bustina Vanillina (o baccello di vaniglia)

– 1 Pizzico di sale fino

– 10 gr di miele

Per la crema

– 300 gr di panna fresca liquida

– 300 gr di cioccolato fondente

Per decorare

– 300 gr di cioccolato fondente

Date un’occhiata alla foto ricetta.

 

Panettone

panettone

Nato a Milano e ampiamente diffuso nelle case degli italiani, da nord a sud, ha un’origine che  si perde nel tempo, tra storia e leggenda. Benché ci siano diverse versioni, quella più diffusa narra la storia di Toni, un giovane sguattero al servizio degli Sforza. La leggenda racconto del l cuoco all’ora al servizio degli Sforza, incaricato di preparare il pranzo di Natale con la nobiltà locale, che dimenticò nel forno il dolce che quasi si bruciò, e di Toni, che vista la disperazione del cuoco, si offrì di preparare un dolce con il panetto di lievito madre che aveva conservato per il suo natale, burro e frutta candita. Tutti rimasero entusiasti e al duca, che voleva conoscere il nome di quella prelibatezza, il cuoco rivelò il segreto: “L’è ‘l pan del Toni” (il pane di Toni).

Ingredienti:

– 160 g burro

– 500 g farina

– 60 ml latte

– 12 g lievito

– 160 g zucchero

– 4 uova

– 3 tuorli d’uovo

– 1 pizzico di sale

– 120 g uvetta

– 80 g frutta candita (arancio, cedro ecc.)

– 1 baccello di vaniglia

– 1 scorza di limone grattugiata

Trovate ricetta completa e un po’ di storia sul panettone.

Christmas Pudding

Christmas pudding

Il dolce natalizio per eccellenza per gli inglesi. Un dolce dalla forma rotonda e dal sapore inconfondibile la cui ricetta viene tramandata in famiglia, di generazione in generazione. In Inghilterra la tradizione vuole che il Christmas pudding venga cucinato nel mese di novembre, all’inizio dell’Avvento, anche se poi non verrà consumato fino al 25 dicembre.

Più precisamente il pudding dovrebbe essere preparato nella venticinquesima domenica dopo la Trinità, usando tredici ingredienti, per rappresentare Cristo e i 12 apostoli e si dice che ogni membro della famiglia dovrebbe mescolarlo con un mestolo di legno, girando da est a ovest in onore dei Re Magi.  Fu però bandito nel 1664 dai Puritani, per poi essere nuovamente introdotto nel XIX secolo quando la regina Vittoria lo adottò nella propria tavola di Natale.

Ingredienti:

– 75 grammi di farina

– 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (se non si usa la farina auto lievitante)

– 175 gr di zucchero di tipo muscovado

– 3 uova

– 175 gr di burro a temperatura ambiente (la ricetta originale prevede lo strutto)

– 1/2 cucchiaino di cannella

– 1/2 cucchiaino di noce moscata

-1 cucchiaino di spezie miste (chiodi di garofano, anice, pepe nero, noce moscata)

– 175 gr di pangrattato

– 25 grammi di farina di mandorle

– un pizzico di sale

– 225 gr di uva passa

– 225 gr di uvetta sultanina

– 125 gr di canditi misti

– 125 gr di ciliegie dolci

– 1/2 mela grattata

– 1 bottiglia di birra scura da 33cl (tipo Guinness)

– Brandy

– Panna fresca da montare/Gelato

Qui potete trovare la ricetta base con alcune varianti.

 

PanPepato (o Pam Pepato)pampepato

Dolce tipico della tradizione contadina che risale alla metà del Cinquecento, la cui provenienza va ricercata in Oriente. Furono probabilmente le carovane che trasportavano spezie a portare nel XVI il dolce orientale in Italia. Un dolce “povero” che si è andato diffondendo particolarmente nell’Italia centrale, acquisendo quegli ingredienti tipici, di carattere regionale, che ne fanno una specialità, un’eccellenza, in diverse regioni dello stivale.

Tra le tante ricette, più o meno ufficiali, noi abbiamo scelto quella del Pampepato di Terni pubblicata su strade dei Sapori in Umbria.

Ingredienti:

–  100 gr di noci

–  100 gr di nocciole

–  100 gr di mandorle

–  100 gr di uva sultanina

– 100 gr di canditi misti

– 200 gr di miele millefiori o di acacia

– 100 gr di cioccolato fondente

– 200 gr di farina

– mosto cotto (eventuale)

– 1 cucchiaino di pepe nero macinato

– un cucchiaino di noce moscata grattugiata

– cannella a piacere

Qui trovate la ricetta completa e il procedimento.

Fateci saper qual’è il vostro preferito!

Share: